Vigne e vini

Colline Saluzzesi Quagliano DOC

 

Il conferimento della denominazione d’origine a questo vino, nel settembre 1996, ha significato il riconoscimento di una tradizione produttiva a rischio legata ad un vitigno raro e nobile, di origini antichissime, il Quagliano, diffuso solo nella zona delimitata dalla sua denominazione, vale a dire l’intero territorio dei comuni di Pagno e Piasco e parte di quelli di Costigliole Saluzzo, Manta, Verzuolo, Busca, Brondello, Castellar e Saluzzo, tutti in provincia di Cuneo.
Vitigno antichissimo che esige posizioni protette, dà produzioni generose ed un’uva dolcissima, in passato usata anche come uva da tavola.
Oggi il disciplinare di produzione del vino richiede una gradazione alcoolica minima complessiva del 10% Vol. per il tipo normale e dell’11% Vol. per il tipo “spumante”. Ne deriva un vino particolare, di colore variabile dal cerasuolo al rubino tenue con riflessi violacei, delicatamente vinoso al profumo, con caratteristico sentore di viola.
Ancor più singolare è il sapore, amabile e gradevolmente dolce, di un fruttato fine che ricorda la fragola e lampone, vivace o spumante. E’ vino da dessert per eccellenza.

Vendemmia: ultima decade di Settembre.
Vinificazione: pigiadiraspatura soffice e immediata pressatura, parziale fermentazione in autoclave,  stabilizzazione a freddo, imbottigliamento.
Temperatura di servizio: 8-10° C.
Abbinamento gastronomico: paste secche, dolci e torte alla frutta, torte alla nocciola con zabaione, anche con formaggi freschi  o come aperitivo.

Questo sito utilizza cookie tecnici e di terze parti per fini statistici, pubblicitari e operativi, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento, acconsenti all’ uso dei cookie e ai termini riportati alla pagina Privacy Policy. Per saperne di più e per impostare le tue preferenze vai alla sezione: Privacy Policy

×